19 marzo 2012

Pinterest il social network dedicato alla condivisione di fotografie

Pinterest è tra i 100 website più visitati al mondo, al sessantaduesimo posto nell'Alexa Rank. 
Pinterest è un social network dedicato alla condivisione di fotografie e immagini, basato sull'idea di una bacheca, dove gli utenti possono creare e gestire raccolte di immagini in base a temi predefiniti o da loro generati. Il nome deriva dall'unione delle parole inglesipinboard (bacheca) e interest (interesse).
L'obiettivo di Pinterest è di connettere le persone con gli stessi interessi e trarne ispirazione.
Pinterest è esploso quasi come un fenomeno per la sua facilità di utilizzo e di integrazione con altri social network, come Facebook e Twitter e con i siti web. Basti pensare che integrando i cosiddetti "pin button" all'interno di un sito web o blog è possibile "pinnare" le immagini in esso presenti categorizzandole sotto i propri board di interesse. Negli Stati Uniti e, presto anche in Italia, sta diventando un efficace strumento di promozione e visibilità dei prodotti dei retailers, soprattutto per le attività economiche legate all'ambito manifatturiero, turistico/gastronomico e più in generale per tutte quelle che si caratterizzano per la capacità dei prodotti di essere promossi per mezzo dell'uso di immagini e fotografie. Altra caratteristica del successo di un'immagine su Pinterest è nel proporre agli utenti immagini di forte impatto visivo ed emozionale, curate nel design e gradevoli nella grafica. 
In Europa ha iniziato ad affiorare a gennaio 2012, ma negli Usa è una realtà consolidata dall'autunno dell'anno scorso, anche se è stato fondato nel 2009. Pinterest è il social network più chiacchierato e hypato della Rete e quello sui cui più si sono posate le attenzioni degli attenti osservatori del Web. Si è calcolato che negli ultimi 6 mesi del 2011 il suo traffico sia cresciuto del 6mila per cento. Cifre astronomiche. Se ancora non ci avete fatto un giro, Pinterest vi consentirà di pinnare (" appuntare") immagini che trovate in Internet e raccogliere nelle board, le lavagne o bacheche che potete dedicare alle vostre cose preferite. Dai gattini e i meme, fino alle foto d'artista. Due le finalità: fare ordine, ricordarsi qualcosa delle nostre ricerche su Google o semplicemente, fare i fighetti facendo sfoggio di gusto e immagini trendy.  Dopotutto ha appena fatto un po' di  restyling, applicando qualche piccola modifica al layout dei profili, che ora ricordano molto la Timeline di Facebook. Nessun cambiamento invece al momento per le board, la vera ossatura del social network.   

Quale che sia la finalità con cui usate o andrete a utilizzare Pinterest una cosa è certa: non potrete più sfuggirli. I paesi Europei - l' Italia è quarta in questa graduatoria - mostrano un tasso di crescita sensibile per il numero di iscritti e nonostante il 55% degli utenti unici che visitano il sito siano americani, il volume di accessi inizia a diventare concreto anche altrove, Italia compresa. Ma chi è ilpinnarista medio? Ha circa 29 anni, studia all'università e con ogni probabilità è una donna: il 68% abbondante degli iscritti al servizio è femminile. Questo perché su Pinterest si parla massicciamente anche di cibo, moda ed ecommerce. 

Pinterest al momento raccoglie in media 1,36 milioni di visitatori, ma alcuni osservatori non hanno mancato di sollevare qualche dubbio di natura giuridica in relazione al copyright delle immagini che vengono pinnate. Postare immagini su Pinterest significa utilizzarle? I fotografi dovrebbero legittimamente reclamare i loro diritti d'autore? 
 






------------ Post di Angelo Corsi