9 maggio 2012

Glancee l' applicazione che consente l'individuazione di altri utenti nelle vicinanze.

Mentre Facebook acquista Glancee, è boom per le app che consentono di individuare se dove ci troviamo, o a poca distanza, ci sono amici o sconosciuti con i nostri interessi.
Glancee è un'applicazione di social discovery platform che consente l'individuazione di altri utenti nelle vicinanze. L'applicazione è ideata da una start-up statunitense fondata dai ricercatori italiani Andrea Vaccari e Alberto Tretti e dal canadese Gabriel Grisé. L'applicazione è operativa su dispositivi mobile iOS, Android e sul social network Facebook. Glancee consente l'individuazione nelle vicinanze degli altri utenti iscritti come gli amici, gli amici degli amici o quelli che condividono i medesimi interessi. L'applicazione è simile a Foursquare ma, a differenza di quest'ultima, concentra la propria attenzione più sulle persone che sull'esplorazione dei luoghi. Gli utenti iscritti a Glancee compilano una lista di interessi e sincronizzano la lista dei propri contatti sul social network al fine di consentire la geolocalizzazione dei dati e la visualizzazione in tempo reale sulla mappa dei dispositivi mobile ove è installata l'applicazione L'applicazione ha registrato una rapida diffusione in ambito business e dell'organizzazione degli eventi per consentire ai partecipanti di geolocalizzare in tempo reale gli altri partecipanti, gli stand dei vari brand o gli organizzatori dell'evento, ampliando la visibilità degli stessi all'interno dello spazio espositivo. L'applicazione Glancee consente, inoltre, agli stessi organizzatori ed espositori (brand, sponsor, ecc. ) di monitorare in tempo reale il flusso, le zone di maggiore interesse e l'effettiva partecipazione degli utenti all'evento, di comprendere il target dei partecipanti all'evento ecc. L'applicazione è utilizzata anche nei centri commerciali per dare indicazioni sulle promozioni e sulle offerte commerciali del momento, nonché per favore l'incontro degli utenti all'interno di strutture molto grandi (stadi, centri commerciali, fiere, ecc.).


Glancee (iOs, gratis; Android, gratis): rilevata da Facebook e in fase di chiusura per come la conosciamo, è la start-up italiana con base a San Francisco che ha portato il fenomeno all’attenzione internazionale, perfetto esempio di social discovering dating. C’è da testare come si integrerà col meccanismo dei check-in nel mondo di Mark Zuckerberg. 
Highlight (iOs, gratis; Android, gratis): ci si connette con Facebook e si scopre quali amici sono nei pressi, ricevendo tutte le informazioni. “Nulla influisce sulla nostra felicità come le persone che incontriamo”, ha sottolineato Paul Davidson, trentaduenne sviluppatore dell’applicazione. Al momento si gioca la leadership con Ban.jo. 

Sonar
 (iOs, gratis): quest’altra app di temporary social succhia informazioni anche da Twitter, LinkedIn e Foursquare. In questo caso, largo anche alla localizzazione di sconosciuti che condividano certi interessi, individuati sulla mappa. 

Ban.jo
 (iOs, gratis; Android, gratis): si visualizzano su una mappa gli amici sui vari social network e sono integrati i contatti da Instagram e Google Mail. Si possono anche effettuare ricerche in base a interessi e passioni. Ovviamente, gli utenti sgraditi possono essere bloccati. “ La localizzazione era la chiave mancante nel mondo delle applicazioni social”, ha detto il fondatore, Damien Patton. 

Kismet
 (iOs, gratis): la salvifica opzione Hide @ Home consente di nascondersi quando si è in casa (almeno lì…). La chat è ultrarapida e la trasparenza garantita fra gli utenti, che possono presentarsi solo col nome per esteso. Che di questi tempi, è già una sicurezza.